Ufficio del Sindaco della Città di Umago, 52470 Umago, Via Giuseppe Garibaldi n. 6, C.P. 101

Telefono gratuito: 0800-200-145

tel. © (++385) 052/702-953; 052/702-900 fax:052/741-967

e-mail: ured-gradonacelnika@umag.hr

Progetto "Smart City-Green City 2010-2020"

Il megaprogetto “Smart City-Green City 2010-2020” nasce come piano d'azione incentrato allo sviluppo ecosostenibile della Città di Umago e dei paesi limitrofi.

Visti i problemi d'inquinamento che affliggono il XXI secolo, le unità di autogoverno locale devono focalizzare il proprio sviluppo strategico in ragione ai bisogni dei propri cittadini per un ambiente sano ed ecosostenibile. Partendo da questo presupposto, la Città di Umago ha avviato nel 2010 il progetto “Smart City-Green City 2010-2020”. Grazie all'applicazione di tecnologie avanzate volte a tutelare la salute dei cittadini e dell'ecosistema, Umago potrà raggiungere la vetta della classifica delle città verdi ed ecocompatibili. Il progetto - il cui costo complessivo ammonta a ben 50 milioni di euro - prevede innazitutto la metanizzazione del centro urbano, la gestione responsabile dei rifiuti e la tutela delle acque reflue al terzo livello, ma anche l'introduzone graduale di infrastrutture non inquinanti, la riduzione dei gas serra, l'utilizzo di fonti di energia alternativa, la bonifica delle vecchie discariche, la costruzione di un centro di smistamento rifiuti nonché la sensibilizzazione dei cittadini di tutte le fasce d'età attraverso progetti, laboratori e conferenze specializzate. 

                  

Obiettivi:

1) Gestione responsabile dei rifiuti

La consapevolezza sull'importanza di un ambiente sano e non inquinato parte dal nucleo familiare in quanto primo gradino per una corretta raccolta differenziata dei rifiuti. A tal proposito, la Città di Umago e l'azienda municipalizzata “6. maj” hanno dato il via al progetto “Izdvoji s(v)e – Fai la differenza”. Ideato dall'UPA “Ante Babić” e dal valore superiore a 700 mila kune, il progetto “S nama na zelenu granu-Per un futuro più verde” si basa sullo sviluppo sostenibile e sulla tutela ambientale, precisamente sulla gestione e sul corretto smaltimento dei rifiuti. Un altro obiettivo di questo piano consiste nell’incentivazione delle politiche occupazionali attraverso dei corsi formativi e di abilitazione per disoccupati.

Le aziende municipalizzate hanno l'obbligo legislativo di costruire delle strutture specializzate per il trattamento dei rifiuti entro il 2018, ed è proprio in base a questa diposizione che nel 2014 è sorto a Umago il primo centro di smistamento sia in Istria che in Croazia. Unitamente alla stazione di trasbordo, il centro di smistamento serve per riciclare i rifiuti trasformandoli in materia prima, con conseguente riduzione dei costi di produzione.   

Inoltre, Umago può vantare il titolo di vero e proprio motore di sviluppo locale, piazzandosi al vertice delle città che maggiormente hanno usufruito dei fondi Ue. Umago è inoltre il primo ente locale in Istria e nella Regione litoraneo-montana a sottoscrivere il Contratto di assegnazione dei mezzi finanziari a fondo perduto per il progetto di bonifica della discarica dei rifiuti Pizzudo di sotto-est. Sempre nell'ambito del progetto, attualmente è in corso l'intervento di bonifica della discarica di rifiuti non nocivi di Pizzudo di sotto-est, dal valore totale pari a 19.395.289,94 kn, di cui 15.676.371,45 kn stanziati dal Fondo di coesione dell'Unione europea e 2.766.418,49 kn elargiti dal Fondo per la tutela ambientale e l'efficienza energetica. La discarica di Pizzudo di sotto-est comprende circa 3,7 ettari contenenti circa 341 mila tonnellate di rifiuti domestici e non nocivi. Il risanamento consisterà nei lavori di scavo, dislocazione e risistemazione dei rifiuti, compresa la costruzione di una nuova area di smaltimento recintata a verde e di varie strutture accessorie, tra cui un impianto per la fuoriuscita, dispersione e combustione dei gas residui, un canale di scolo per acque piovane e un'area verde di protezione antincendio. Il progetto prevede il monitoraggio dell'ambiente per i prossimi 30 anni, incluso l'obbligo di informazione degli organi di competenza in merito ai controlli effettuati.

2) Metanizzazione

Onde salvaguardare la salute dei cittadini e dell'ambiente di Umago, nel 2015 sono stati ultimati i lavori di costruzione di ben oltre 40 km di gasdotto. Oltre a portare numerosi benefici alla cittadinanza locale, la metanizzazione serve ad incentivare lo sviluppo di molteplici settori e soggetti interessati, tra cui economia, turismo ed enti pubblici. Senza alcun odore o sapore, il metano è il combustibile fossile più rispettoso dell'ambiente in quanto riduce le emissioni di CO2 nell'atmosfera.

3) Tutela delle acque di scarico di terzo livello​

La rete del sistema antialluvionale è stata ampliata nell'ambito dello sviluppo sostenibile di Umago e in collaborazione con l'azienda municipalizzata “6. maj”. Grazie agli sforzi congiunti dell'Ente locale e dell'Ente nazionale per il demanio idrico “Hrvatske vode”, Umago è dotata di un sistema di protezione dalle acque piovane che proteggerà il territorio comunale da possibili inondazioni.  

La rete di convogliamento delle acque di scarico per la zona dell'Istria settentrionale verrà realizzata attraverso un progetto comune tra la Città di Umago e la “6. maj”, contando che l'85% dei costi di costruzione sarà finanziato dall'Ue. La costruzione di un avanzato sistema di depurazione delle acque di scarico risolverà il problema dell'inquinamento del mare e dell'ambiente, consentendo al contempo l'utilizzo dell'acqua depurata per fini pubblici.

4) Tutela dell'ambiente e fonti di energia rinnovabile

Un'ulteriore passo avanti verso un ambiente più pulito è stato fatto grazie all'introduzione delle biciclette elettriche per i dipendenti dell'amministrazione cittadina e per gli enti municipali. Le bici serviranno non solo per gli spostamenti di lavoro, ma anche come ottimo espediente per ridurre il traffico nel centro urbano.

A riprova del fatto che la Città di Umago tiene conto delle fonti di energia rinnovabile, nel parco civico sono state recentemente installati due alberi solari dotati di sei posti a sedere, sistema di alimentazione per portatili e cellulari, illuminazione LED, ricarica wireless e connessione Internet gratuita.

Vale inoltre sottolineare che nel mese di settembre 2016 è stata messa in funzione la prima mini centrale idroelettrica, attualmente ancora in periodo di prova.  La costruzione della prima mini centrale idroelettica in Croazia - costruita a Bosco Grande - è costata 2,2 milioni di kune, di cui 1,2 milioni stanziati dal Fondo per la tutela ambientale e l'efficienza energetica. L'acqua della fonte di Gradole viene pompata verso l'impianto di distribuzione di Monte Gradole ad un altitudine di 190 metri, dopo di che viene convogliata a caduta gravitazionale verso la centrale. Il quantitativo dell'acqua convogliata a Bosco Grande è pari a ben 1,5 milioni di cubi su base annua. Il demanio idrico, dunque, oltre ad essere un bene prezioso da tutelare e preservare con attenzione, può essere anche utilizzato come fonte di energia pulita e rinnovabile.

RISULTATI DEL PROGETTO

Umago è una città verde ed ecocompatibile che cresce costantemente di giorno in giorno. Sviluppo sostenibile, approccio verde e gestione responsabile delle risorse sono i principi fondamentali con i quali la Citta di Umago vuole garantire ai propri cittadini un ambiente sano, sicuro e non inquinato. I risultati del lavoro e dell'impegno profuso dimostrano come Umago sia una delle città meglio ordinate e sviluppate di tutta la Croazia. Il progetto di bonifica è di particolare importanza in quanto la sua attuazione implica una riduzione dei gas nocivi e degli effetti negativi sull'ambiente, con conseguente miglioramento delle condizioni di vita e di salute dei cittadini. La metanizzazione, a sua volta, contribuirà allo sviluppo sociale ed economico - oltre che a portare numerosi benefici finanziari e ambientali - visto che il suo utilizzo potrà ridurre le emissioni del biossido di carbonio nell'atmosfera. La costruzione del più moderno sistema di depurazione delle acque di scarico risolverà invece il problema dell' inquinamento del mare, consentendo al contempo l'utilizzo delle acque depurate per altri fini. I vantaggi sono dunque numerosi e concreti, e a giovarne saranno i tutti i cittadini e visitatori di Umago, l'ambiente e il bilancio cittadino.  

Grazie al progetto ”Smart City-Green City: 2010-2002”, Umago diventerà una città a misura di ogni cittadino in cui lo sviluppo seguirà di pari passo il massimo rispetto per la natura.  

La Città di Umago, inoltre, è attualmente in fase di preparazione della documentazione necessaria per il risanamento della seconda sezione della discarica di Pizzudo di Sotto-ovest. Gli ottimi rapporti con il Ministero e il Fondo per la tutela ambientale e l'efficienza energetica costiuiscono una base solida e duratura per un ulteriore crescita della nostra località, grazie agli aiuti di Stato (a fondo perduto) elargiti per migliorare l'efficienza energetica di case, scuole e asili.       

 

 

 

Avvisi

Visualizza tutto RSS

Attualità

Visualizza tutto RSS

Avvenimenti

Visualizza tutto RSS